Biblioteca

Ho letto questo libro tutto d'un nato, perché di un vero e proprio libro bisogna
parlare e non soltanto di una mera documentazione, per quanto ricca e pre-
cisa, degli avvenimenti che portarono alla nascita della Filovia di Chieti.
Un vero libro, ricco di sentimenti e di amore per lo città in cui si vive e per
l'Azienda nella quale si è spesa un'ampia parte della vita lavorativa.
Un libro che diverrà sicuramente caro, per senso di rispetto e capacità evo-
cativa, ad un gran numero di cittadini teatini, sia a quelli che hanno avuto
conoscenza diretta degli avvenimenti di cui si parla sia a tutti quelli che, per
età o per altro motivo, in quegli anni non c'erano.
La ricchezza delle immagini e dei documenti ci raccontano lo vita, i valori e
l'evolversi nel tempo di questa realtà che è la nostra amata città, ci mostra
come eravamo e come siamo diventati.
Una ricostruzione storica, precisa, perfettamente supportata dalle ricerche
d'archivio, che rispecchiano la personalità dell'autore. Chi come me lo ha co-
nosciuto fin da ragazzo e, poi, avuto come collaboratore, dagli inizi della sua
attività lavorativa, ritrova in queste splendide pagine la sua costante ricerca
di precisione ed esattezza nell'espletamento delle mansioni affidategli; un
amore ed un rispetto infinito verso l'Azienda in cui operava; una correttezza
ed una propensione umana, mai venute meno, verso i colleghi.
Franco Amoroso
16 Luglio 1950 Inaugurazione della linea filoviaria
Varie
Italiano
Libro
no
191
Piccola cronaca del trasporto pubblico della città di Chieti
Italia
26/1
2009
Si
978-88-88138-28-2
Tinari
Copertina grigia con immagine con costola grigia e scritta bianca